About Us

Liberae Phonocratia Band

Liberae Phonocratia is a musical project born from the necessity to get back to the creative process of the “lab”, the workshop, trying to combine different sound languages – expressive heritage of each member of the band – in order to form a think-tank open to the most heterogeneous testing.

This creative urge is innate in each individual as the cornerstone of his/her pursuit of completeness, of self-assertion, of being related to the need to become part of something that will leave a mark in other people’s life, and in his/her life too. The result is a colorful blend of jazz, progressive rock and informal improvisation with undefined outlines, but peculiar and strongly recognizable.

In such a socially complex historical period, culturally arid because of its superficiality, an operation like Liberae Phonocratia aims to prove how – nevertheless – there’s still a spark in human creativity, without any constraints. Liberae Phonocratia will not follow the path of artistic nihilism to quit the music scene; being in such a context won’t preclude a chance of standing out!

That’s why “Presuntrogloland” (the land of presumptuous troglodytes) is born. It is the first album of the trio, a provocative portrait of the reality that this and – luckily – other artistic groups have to face, and of their craving for “being” in this materialistic society.

…………………………………………………………………………………………………………………………………………….

Liberae Phonocratia è un progetto musicale nato dell’esigenza di tornare all’operazione creativa del “laboratorio”, dell’officina, cercando di coniugare al suo interno linguaggi sonori differenti -­‐retaggio espressivo dei singoli elementi della band-­‐ al fine di generare un contenitore di idee aperte alla sperimentazione più eterogenea possibile.

Questo bisogno creativo è insito nell’individuo come il fulcro della propria ricerca di “completamento”, di affermazione dell’essere in relazione all’esigenza di divenire parte di qualcosa che lasci un segno nelle coscienze e nelle vite altrui, così come nella propria.
Il risultato è una variopinta miscela di jazz, rock progressivo ed improvvisazione informale dai contorni indefiniti, ma altresì caratteristici e fortemente riconoscibili.

In un periodo storico complesso dal punto di vista
sociale, che per la sua velocità di consumo attraversa una profonda aridità culturale, un’operazione come Liberae Phonocratia vuole dimostrare come –nonostante tutto-­‐ rimanga forte il ribollire sotterraneo e recondito della creatività umana, incomprimibile ed inesauribile.
Liberae Phonocratia non sceglie la strada del nichilismo artistico per uscire dalla proposta musicale; l’identificazione in un contesto non preclude la possibilità di distinguersi!

Così nasce “Presuntrogloland” (landa dei presuntuosi trogloditi), il primo album del trio, fotografia provocatoria della realtà oggettiva nella quale questa e –per fortuna-­‐ diverse altre proposte artistiche si manifestano, con tutto il loro straripante desiderio di “essere” nella società
dell’apparire.

Il trio si è esibito in Italia ed all’estero, prendendo parte ad eventi di vario genere, concerti e dirette radiofoniche. Tra le diverse esperienze fatte ricordiamo l’apertura al Trio Bobo (Faso, Meyer, Menconi) durante il Bià Jazz Festival e la partecipazione al Novara Jazz Festival.

Follow us:

Upcoming Events

28/09/17 - Milano, Italy

Valut31